scrivania

In salotto, in camera da letto, in un corridoio: chi ha bisogno di un angolo studio in casa può sfruttare molte zone del proprio appartamento per crearlo. In una casa a più piani, può essere divertente anche realizzarlo nello spazio libero di un sottoscala. L’importante è riuscire ad arredarlo al meglio.

Una volta scelta l’area in cui creare l’angolo studio occorre dotarsi di tutto il necessario per allestirlo. Fondamentale è ovviamente la scrivania. Bisogna sceglierla in base allo spazio disponibile ma deve essere sufficiente per contenere tutto il necessario per lo studio o il lavoro. Molto utili sono quelle con ripiano sottostante scorrevole per poggiare la tastiera e lasciare libera la superficie superiore. In alternativa ci sono le versioni angolari: oltre che di grande impatto estetico consentono di avere contemporaneamente un ripiano per il computer e un ripiano libero per altre attività.

Per non sprecare preziosi centimetri, la parete cui accostare la scrivania può essere usata per montare mensole o piccole librerie in cui raccogliere libri, documenti, Cd, ed per posizionarvi qualche oggetto che completa l’arredamento. Molto indicati sono: una pianta, una cornice con foto, un soprammobile, un vaso particolare. Non possono poi mancare una sedia e una lampada. La sedia deve essere comoda e con schienale ergonomico. Se si trascorrono molte ore seduti sono da preferire le tipiche poltroncine da ufficio, che aiutano a mantenere una corretta postura. Per quanto riguarda l’illuminazione è bene, se possibile, creare l’angolo studio in prossimità di una finestra e munirsi anche di una lampada da scrittoio. In alternativa, la luce esterna può essere sostituita da una lampada da terra, meglio se in continuità di stile con gli altri arredi.

L’angolo studio può essere completato con una cassettiera, da usare come archivio o per riporre materiale da cancelleria. Si può acquistare bassa, con pochi cassetti, e inserirla sotto la scrivania. In caso si abbia molto spazio a disposizione, si può optare anche per una cassettiera della stessa altezza dello scrittoio: affiancando i due mobili in modo perpendicolare si delimiterà alla perfezione lo spazio dell’angolo studio.

Andrea Carli

Ho fatto del mio hobby un lavoro. L’interesse per la tecnologia e per l’innovazione mi hanno portato a creare un web retail dell’arredamento. La mia esperienza lavorativa inizia con mio papà nel mondo dei tranciati, così ho avuto la possibilità di imparare e conoscere come viene realizzato un mobile e qual è il suo valore.