lampada da tavolo

Chi studia o lavora alla propria scrivania fino alla sera tardi non può fare a meno di illuminare il proprio lavoro con la luce di una lampada da tavolo. Nonostante i faretti e i led che oggi sono tanto richiesti, in molti preferiscono il calore della luce fornito dalle lampade retrò, che danno un aspetto più sobrio anche al più moderno dei tavoli da studio ed aggiungono un tocco di importanza al luogo di lavoro.
Le lampade retrò possono essere di diverso genere, rustiche, semplici o eleganti, potendosi sposare con tutti i gusti e tutti i tipi di arredamento. Comodissime le lampade a braccio snodabile che, rivisitate e ammodernate nello stile, sono ancora molto in uso anche nei contesti moderni. Molto utilizzate negli anni Settanta ed Ottanta, le lampade a braccio originali sono più raccolte e di dimensioni minori rispetto a quelle moderne ed hanno una minore libertà di movimento del braccio stesso. Tuttavia sono ampiamente funzionali e perfette per chi cerca una luce che illumini un’area di piccole dimensioni senza espandersi alla stanza intera. In colori differenti, quelle più comuni da trovare sono quelle verdi e quelle bianche, con appoggio sul tavolo.
Per una scrivania situata in uno studio classico, con mobili in legno e quadri antichi alle pareti, un’elegante soluzione può essere quella di una lampada retrò del tipo classico, da appoggio, con la base in legno ed un paralume sottile in tessuto. Sicuramente un tipo di lampada che localizza la maggior parte della luce solo ed esclusivamente alla zona sottostante il paralume, ma che è perfetta dal punto di vista estetico in una stanza elegante, stile anni Quaranta-Cinquanta.
Una soluzione prettamente femminile è invece data dalle lampade a braccio con paralume in vetro stile Tiffany, per rendere la scrivania elegante e un po’ chic. Perfetta per una donna che ami scrivere o lavorare sentendosi un po’ nobildonna dell’inizio del Novecento, una lampada di questo tipo diffonde una luce calda e crea un effetto colore sempre diverso a seconda del tipo di fantasia e dei colori del vetro da cui è costituita.

Andrea Carli

Ho fatto del mio hobby un lavoro. L’interesse per la tecnologia e per l’innovazione mi hanno portato a creare un web retail dell’arredamento. La mia esperienza lavorativa inizia con mio papà nel mondo dei tranciati, così ho avuto la possibilità di imparare e conoscere come viene realizzato un mobile e qual è il suo valore.