Tondo o quadrato? Allungabile o in vetro? La scelta del tavolo per la cucina deve avvenire in maniera ponderata, dal momento che si tratta del vero protagonista della nostra stanza, oggetto d’arredo non solo destinato a pranzi e cene, ma anche alle tante esigenze in cui, quotidianamente ci si imbatte.

La prima delle caratteristiche da prendere in considerazione, è la sua dimensione: se abbiamo una cucina non troppo grande, o comunque che desideriamo lasciare ariosa, libera alla circolazione, la nostra scelta può facilmente cadere su un tavolo allungabile. Tondo o quadrato che sia, il tavolo allungabile ci garantisce la funzionalità di una superficie d’appoggio, sempre utile in cucina, e la praticità di poter ricevere anche otto-dieci ospiti a cena, senza alcun problema.

Sceglierlo di cristallo o di legno è una questione di gusto, ma in una stanza come la cucina, un tavolo di vetro che molto facilmente si sporca, può rivelarsi un po’ controproducente, così come se in casa ci sono dei bambini, per i quali il tavolo in cristallo potrebbe rivelarsi pericoloso.

Oltre al materiale, determinante nella scelta di un tavolo, è la sua forma. I tavoli tondi sono adatti a stanza ampie, visto che sono abbastanza ingombranti, ma in realtà sono risolutivi anche in case piccole, le cui camere hanno delle pareti asimmetriche, magari che creano un angolo acuto o ottuso: con un tavolo tondo, senza angoli retti, l’effetto asimmetrico si annulla -anche se solo visivamente- a tutto vantaggio di una visione d’insieme complessivamente molto armoniosa. Il tavolo quadrato, invece, presenta il vantaggio di poter essere addossato alla parete e dunque ‘sparire’ all’occorrenza per lasciare la stanza libera, l’ideale per poter ospitare cene fredde, senza limitarsi nel numero degli inviti.

Una terza tipologia di tavolo, infine, è rappresentata dalle consolle: vera alleata nella conquista dello spazio in cucina, la consolle viene normalmente addossata alla parete e utilizzata per riporvi oggetti, soprammobili, fino a quando non è necessario aprirla e utilizzarla come tavolo per la cena. Richiede molto ordine e anche un po’ di pazienza, tuttavia è l’unica soluzione possibile in cucine molto piccole, in monolocali, dove lo spazio è ridotto davvero al minimo.

Consolle Ibaf
Consolle Ibaf
Andrea Carli

Ho fatto del mio hobby un lavoro. L’interesse per la tecnologia e per l’innovazione mi hanno portato a creare un web retail dell’arredamento. La mia esperienza lavorativa inizia con mio papà nel mondo dei tranciati, così ho avuto la possibilità di imparare e conoscere come viene realizzato un mobile e qual è il suo valore.